Ancora eccellenze portate via dal mezzogiorno

Share Button

di Andrè Melluso

SICTA, così come il MARS (Microgravity Advanced Research and user Support center) e molti centri di ricerca nati e cresciuti a Sud e poi portati al Centro o al Nord (vedi anche qui), trasferirà le sue risorse (comprese quelle umane) alla sede di Roma.

SICTA nasce nel 1993 e si occupa di attività ingegneristiche come simulazioni e gestione del traffico aereo e dal 2012 è consorzio del gruppo ENAV. Il Consorzio coopera con le comunità scientifiche nazionali ed internazionali nei principali programmi e progetti di ricerca europei nell’ambito della gestione del traffico aereo (come SESAR, Horizon 2020). Insomma, una vera e propria eccellenza napoletana. Ma proprio ENAV ha preso l’infausta decisione di chiudere la sede della città d’origine e costringere i dipendenti a trasferte o trasferimenti a Roma, nonostante le loro proteste e richieste.

Ci stringiamo ai lavoratori e restiamo perplessi di fronte alla scelta di portar via il consorzio dalla città ricca di professionalità che ne ha permesso la crescita.

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.