La petizione per i diritti del Sud è stata inviata in Europa

Share Button

Al vaglio degli uffici di competenza del Parlamento Europeo sarà sottoposta la Petizione, che in occasione delle elezioni europee di Maggio 2014, abbiamo presentato con la lista civica di scopo Terra Nostra. Autofinanziandoci ed autorganizzandoci, grazie al contributo e alla volontà di quanti hanno creduto nel nostro progetto, abbiamo raccolto oltre 13.000 firme, 13.000 nomi e cognomi veri, che hanno scelto di impegnarsi in prima persona, per denunciare la disparità di trattatamento riservata al Mezzogiorno da parte delle istituzioni in materia di ambiente, salute, lavoro, istruzione e tutela dei consumatori.

Non sappiamo quale sarà la risposta dell’Europa, ma siamo fiduciosi che le istanze di miglialia di cittadini meridionali, con i quali abbiamo preso un impegno di credibilità e coerenza, non resteranno inascoltate. Noi di Unione Mediterranea sottolineamo già da ora, che seguiremo l’iter procedurale necessario e faremo tutto quanto in nostro possesso, affinchè sia accolta la nostra richiesta.

Perchè abbiamo dimostrato:
-che vincono le idee e che il buon senso e la giustizia sociale vengono prima di qualsiasi orientamento politico o personale;
-che è necessario compattarsi per realizzare cambiamenti.
-che esiste un popolo più consapevole, che lotta e rivedica i suoi diritti.

La petizione è solo un primo passo di una lunga serie di azioni concrete, che oggi partono da una cifra a tre zeri (+13.000).
Grazie a quanti hanno dedicato tempo, passione ed energie. La vittoria è del fronte che ci Crede. Noi ci crediamo.
UM

Commenti

commenti

Un commento

  • Linda Cottone

    Bisogna aggiornare la bozza della petizione, e pubblicarla sul forum in modo che venga visionata da tutti gli iscritti Saluti Linda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.